Loading...

10 cose quotidiane che possono scatenare l’emicrania

fattori scatenanti

La conoscenza dei fattori scatenanti esterni più comuni per gli attacchi di emicrania è di cruciale importanza per le persone che soffrono di emicrania. L’articolo fornisce informazioni su 10 cose quotidiane che possono scatenare l’emicrania

La conoscenza dei fattori scatenanti esterni più comuni per gli attacchi di mal di testa è di importanza cruciale per le persone che soffrono di emicrania.

1. Aspartame Alcuni alimenti e ingredienti alimentari possono scatenare attacchi di emicrania. Ad esempio, un ingrediente molto comune nella dieta e negli alimenti ipocalorici è l’aspartame sostitutivo dello zucchero.

Questo dolcificante artificiale può influenzare i livelli di dopamina e serotonina nel cervello, che possono essere un fattore nel mal di testa (5).

L’aspartame è un noto fattore scatenante dell’emicrania.

2. Glutammato monosodico Un’altra sostanza comune negli alimenti che può accelerare l’insorgenza di un’emicrania è il glutammato monosodico, meglio noto come MSG (6).

Il MSG è spesso usato per aromatizzare il cibo cinese, ma può essere trovato anche nelle zuppe e nelle carni lavorate.

3. Solfiti Se soffri di emicrania, la prossima volta che verrai invitato a una festa del vino e del formaggio, potresti voler rispondere.

Il vino contiene conservanti chiamati solfiti, che possono potenzialmente indurre emicranie. I solfiti si trovano anche negli alimenti trasformati, compresa la frutta secca.

Alcune persone che soffrono di emicrania ritengono che i loro mal di testa siano scatenati da alimenti contenenti solfiti, sebbene nessuno studio scientifico abbia ancora mostrato un legame diretto (7).

È noto che l’astinenza da alcol provoca mal di testa ed è abbastanza possibile che in molti casi si stacchi dall’alcool piuttosto che dai solfiti che scatenano l’emicrania.

LEGGERE  18 Importanti cause di mancanza di respiro - Dispnea spiegata

4. Caffeina La caffeina si trova nel caffè, nel tè e in molte altre bevande.

Gli effetti sulla caffeina sull’emicrania sono alquanto controversi.

In alcuni casi, la caffeina sembra scatenare episodi di emicrania, mentre in altri casi sembra proteggere dalle emicranie.

Se noti che manifesti sintomi dopo una tazza di caffè, potresti voler ridurre il consumo (8).

cose quotidiane che possono scatenare l'emicrania

5. Alcol Oltre al vino, ci sono altre bevande che possono causare problemi se si soffre di emicrania.

Gli studi indicano che esiste una forte correlazione tra alcol e sintomi di emicrania.

È noto che l’alcol provoca un mal di testa se viene consumato troppo – chiedi a chiunque abbia mai avuto i postumi di una sbornia – e gli studi suggeriscono che i sintomi di alcol ed emicrania sono collegati (9.

6. Tannini Potresti aprirti a un attacco di emicrania se mangi mele o pere, che contengono tannini. Questa sostanza vegetale naturale si trova anche in tè, noci nere, vino rosso, tè, cioccolato, vaniglia, lamponi e molti prodotti erboristici.

La ricerca mostra che ridurre il tannino nella dieta può ridurre il rischio di attacchi di emicrania (10).

7. Nitrati I nitriti sono conservanti che si trovano spesso in salsicce, carne secca, hot dog, salumi e altre carni. I composti contenenti nitrati sono stati identificati come fattori scatenanti comuni per il mal di testa (11).

8. Formaggi stagionati Come per il piatto di formaggi, i formaggi stagionati hanno un amminoacido chiamato tiramina, che è stato associato alle emicranie (12).

9. Avanzi La stessa tiramina che può costituire un problema in alcuni formaggi può moltiplicarsi negli alimenti, soprattutto se non è adeguatamente refrigerata.

10. Disidratazione Quindi cosa si può bere?

L’acqua è sempre una scelta sicura e salutare. In effetti, se non bevi abbastanza acqua, potresti provare disidratazione e questo può portare a un attacco di emicrania.

LEGGERE  Assunzione di carboidrati elevati peggio di grassi per lipidi nel sangue

Identificazione dei fattori scatenanti dell’emicrania Potrebbe non essere sempre facile determinare quali fattori ambientali scatenano l’emicrania. In effetti, gli attacchi di emicrania possono essere collegati a una serie di cose diverse. Inoltre, un potenziale innesco potrebbe non scatenare un attacco ogni volta.

A volte, i fattori scatenanti possono influenzare un attacco fino a 48 ore prima che si verifichi un mal di testa. Tali fattori scatenanti possono essere facilmente ignorati.

Uno studio ha dimostrato che la maggior parte dei pazienti mostrava almeno un fattore scatenante nella dieta, il digiuno era il più frequente, seguito da alcool e cioccolato. I fattori ormonali sono apparsi nel 53%, con il periodo pre-mestruale più frequente. Le attività fisiche hanno innescato l’emicrania nel 13%, le attività sessuali nel 2,5%, il 64% ha segnalato lo stress emotivo come fattore scatenante e l’81% ha correlato alcuni problemi del sonno come fattore scatenante. Per quanto riguarda i fattori ambientali, gli odori sono stati segnalati del 36,5%.

Uno dei modi migliori per identificare i trigger è quello di tenere un diario dell’emicrania. Un diario del genere dovrebbe tenere un registro delle attività quotidiane come quando ti alzi e vai a dormire, cosa fai durante il giorno, cosa mangi e bevi, l’ambiente, il tempo, i farmaci che prendi, il tuo umore e il ciclo mestruale se sei una donna.

La registrazione dei tempi degli attacchi è essenziale. Ad esempio, se si soffre durante il fine settimana, il mal di testa può essere provocato dall’astinenza da caffeina a causa del consumo di meno tazze a casa rispetto al lavoro. Potrebbe anche essere dovuto a un maggiore consumo di vino o alcol durante i fine settimana. Alcune persone con emicrania scoprono che rilassarsi durante il fine settimana dopo una settimana stressante o dormire troppo durante il fine settimana può scatenare un attacco (13).

LEGGERE  I rischi per la salute di essere un assistente di volo

Ringraziamenti Molti ringraziamenti al dott. Jonathan Cabin MD presso l’Istituto di emicrania per aver fornito l’infografica.

Tagged : # # #

Scotti Saverio