Loading...

19 Importanti cause di affaticamento – Spiegazione della stanchezza e dell’affaticamento cronico

19 Importanti cause di affaticamento

Spiegazione della stanchezza e dell’affaticamento cronico

La fatica o la stanchezza sono un sintomo medico comune e spesso invalidante. L’articolo esamina 19 importanti cause di stanchezza e affaticamento cronico

15. Disturbi cardiovascolari La stanchezza può essere un segno di patologie cardiache sottostanti. Pertanto è importante cercare sintomi come dolore toracico (28) e mancanza di respiro (29).

Il sintomo più comune di infarto negli uomini e nelle donne è il dolore toracico o il disagio. Tuttavia, solo la metà delle donne che hanno attacchi di cuore ha dolori al petto. Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di riferire dolore alla schiena o al collo, indigestione, bruciore di stomaco, nausea, vomito, estrema stanchezza o problemi respiratori (30).

I pazienti con insufficienza cardiaca cronica hanno spesso affaticamento, ridotta tolleranza all’esercizio fisico e ritenzione di liquidi.

L’insufficienza cardiaca si verifica quando il muscolo cardiaco è indebolito e non riesce a pompare abbastanza sangue per soddisfare i bisogni del corpo di sangue e ossigeno. In alcuni casi, la capacità di pompaggio del muscolo cardiaco viene preservata, ma il ventricolo sinistro è rigido con ridotta compliance e compromissione del rilassamento, il che porta ad un aumento della pressione di riempimento nel ventricolo sinistro.

L’insufficienza cardiaca è causata da una malattia cardiaca di base che ha causato danni al muscolo cardiaco e / o una maggiore rigidità del ventricolo sinistro. Le patologie coronariche, ipertensione, patologie valvolari e cardiomiopatia dilatativa sono le cause più comuni di insufficienza cardiaca.

L’insufficienza cardiaca colpisce tra l’1–2% della popolazione generale degli Stati Uniti e si verifica nel 10% di quelli con più di 65 anni (31).

16. Malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) La malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) si riferisce a un gruppo di condizioni che causano il blocco del flusso d’aria che porta a mancanza di respiro, tosse, produzione di muco (espettorato) e respiro sibilante. Include enfisema, bronchite cronica e in alcuni casi asma.

LEGGERE  12 passaggi per diagnosticare la pressione alta - Comprensione dell'ipertensione

Il fumo di tabacco è la principale causa dello sviluppo e della progressione della BPCO negli Stati Uniti (32). Anche i fattori genetici, l’esposizione agli inquinanti atmosferici e le infezioni respiratorie svolgono un ruolo.

La BPCO è stata la terza principale causa di morte negli Stati Uniti nel 2014 (33).

L’enfisema e la bronchite cronica sono le due condizioni più comuni che contribuiscono alla BPCO.

Sebbene la mancanza di respiro sia il sintomo più comune della BPCO, molti pazienti lamentano affaticamento (34).

dell affaticamento

Cause psicologiche dell’affaticamento La malattia psichiatrica è presente nel 60-80 percento dei pazienti con affaticamento cronico (35,36).

17. Ansia e depressione L’ansia e la depressione sono cause comuni di affaticamento. La stanchezza è generalmente persistente ma può variare in intensità.

Fino a tre quarti dei pazienti con affaticamento cronico hanno anche disturbi dell’umore o dell’ansia. È stato persino suggerito che la fatica cronica sia una forma atipica (forme fruste) di ansia o stati depressivi (37). In altre parole, l’affaticamento cronico potrebbe essere solo un’altra forma di ansia o depressione.

Alcune persone con depressione avvertono una totale mancanza di energia a volte chiamata “anergia”.

Esistono prove che suggeriscono che la depressione può predisporre gli individui alla successiva affaticamento (38). D’altra parte, la fatica e la depressione sono state trovate per prevedere e influenzarsi a vicenda nel tempo. La loro associazione potrebbe in parte essere dovuta ad alcuni comuni fattori di rischio che danno origine a entrambi. Per alcuni, la fatica verrà prima; per altri, la depressione verrà prima, ma per la maggior parte, probabilmente non sarà chiara (39).

18. Disturbo della somatizzazione Una persona con disturbo della somatizzazione è preoccupata da numerosi sintomi “somatici” (fisici). I sintomi spesso causano disagio significativo e interferiscono con la vita quotidiana. Tuttavia, i reclami della persona non possono essere spiegati da un disturbo medico di base.

LEGGERE  Da basso contenuto di grassi, alto contenuto di carboidrati all'insulino-resistenza, fegato grasso e malattie cardiache

I pazienti con disturbi di somatizzazione spesso lamentano dolore o affaticamento. I sintomi sono spesso di natura gastrointestinale, come nausea, gonfiore e diarrea. La disfunzione erettile è una lamentela comune negli uomini. Le donne possono sperimentare irregolarità mestruali. Sono spesso presenti sintomi neurologici come compromissione della coordinazione, difficoltà a deglutire, perdita del tatto o sensazione di dolore e visione doppia.

È importante capire che il paziente non sta fingendo. Le sue lamentele sono reali.

Il disturbo di somatizzazione di solito inizia prima dei 30 anni ed è più comune nelle donne rispetto agli uomini.

Per qualificarsi per la diagnosi del disturbo di somatizzazione, i reclami somatici devono essere abbastanza gravi da interferire in modo significativo con la capacità di una persona di svolgere attività importanti, come lavoro, scuola o famiglia e responsabilità sociali, o condurre la persona che presenta i sintomi a cercare cure mediche (40)

I pazienti con disturbo di somatizzazione sono spesso sottoposti a numerosi test medici prima che venga identificata la causa psicologica del loro disagio.

Affaticamento indotto da farmaci La fatica è spesso associata all’alcol e alla tossicodipendenza. È anche sperimentato da molte persone in seguito al ritiro da queste sostanze.

pazienti affaticamento

Molti comuni farmaci sono stati associati a causare affaticamento cronico.

19. Farmaci farmaceutici Si ritiene che la fatica sia un effetto collaterale comune a molti farmaci farmaceutici convenzionali. Questi possono essere sia farmaci da banco che farmaci da prescrizione.

Molti farmaci usati per il trattamento dell’ipertensione sono associati alla fatica. Anche i farmaci che abbassano il colesterolo come le statine possono causare stanchezza. Le statine sono utilizzate da milioni di persone in tutto il mondo e sono anche note per causare dolore muscolare e debolezza muscolare in alcuni individui.

LEGGERE  Disfunzione erettile (impotenza) Spiegazione dell'impotenza

Gli antistaminici, comunemente usati per trattare le allergie, sono noti per causare affaticamento.

Anche il trattamento con benzodiazepine, antidepressivi e farmaci antipsicotici è associato alla stanchezza. Lo stesso vale per i farmaci oppiacei che sono comunemente usati per alleviare il dolore.

La linea di fondo Contrariamente a molti altri sintomi medici, l’affaticamento è un fenomeno del tutto normale in particolari situazioni. Ci stanchiamo tutti, ma di solito migliora con il riposo o il sonno. Tuttavia, l’affaticamento cronico come sintomo medico è in genere persistente e non alleviato dal riposo.

L’affaticamento cronico è un disturbo medico comune e spesso invalidante.

Un disturbo medico di base si riscontra in circa il 10 percento dei pazienti con affaticamento cronico.

Fino a tre quarti dei pazienti con affaticamento cronico hanno anche disturbi dell’umore o dell’ansia.

Se non viene rilevata una condizione medica o psichiatrica sottostante, si deve prendere in considerazione la sindrome da affaticamento cronico (CFS).

I pazienti che non hanno una condizione medica o psichiatrica sottostante e che non soddisfano i criteri per CFS o fibromialgia possono essere considerati affetti da affaticamento cronico idiopatico.

Il trattamento dell’affaticamento dipenderà dalla causa sottostante.

Le misure generali dovrebbero concentrarsi su sonno, dieta sana, esercizio fisico regolare e riduzione dello stress.

Tagged : # # # # #

Scotti Saverio